L’arte dell’ascolto: organizza la stanza della musica con il Feng Shui

Qualche settimana fa sono stata contattata da Marco Morello, giornalista di Panorama Icon, per fornire il mio contributo alla stesura di un articolo dedicato all’organizzazione della stanza riservata all’ascolto della musica. Un tema interessantissimo!

E’ stata un’occasione per riconfermare quanto il Feng Shui possa essere applicato a qualsiasi contesto e situazione abitativa e/o lavorativa, proprio perchè analizza la qualità dell’interazione con i nostri spazi e ci fornisce le indicazioni per utilizzarli esprimendo al massimo il loro potenziale.

Come potrete leggere, i suggerimenti forniti nell’articolo vanno adattati allo spazio specifico che volete riservare all’ascolto della musica. Spesso questa funzione è inserita in un contesto più ampio e non sempre è possibile dedicarvi una stanza riservata. In questo caso, a maggior ragione, diventa importante creare un’organizzazione degli arredi che consenta di facilitare l’ascolto della musica e al contempo valorizzare anche le altre funzioni (ad esempio un salotto, uno studio personale, una camera da letto, etc.).

Come principio base il Feng Shui ci dice che se vogliamo concentrare e direzionare la nostra attenzione su una specifica mansione occorre che ci posizioniamo nell’ambiente con le spalle coperte (fuori dal circuito di passaggi e aperture) e organizziamo la stanza in modo che gli stimoli verso l’esterno siano contenuti (ecco perchè nell’articolo sconsiglio colori tropo accesi). Troverete anche utili consigli sui materiali da utilizzare per ottenere una buona prestazione acustica nella stanza.

Buona lettura!

(Articolo “L’arte dell’ascolto”, scritto da Marco Morello, uscito sulla rivista Panorama Icon n.27/2016)

 

Feng-musica

Per maggiori approfondimenti contattami a marzia.mazzi@spazioumano.com oppure chiama il 348 3130905.

Contattami




Leggi

* Contenuti obbligatori